Confronto e differenze tra Domotica e Smart Home

Domotica Smart Home differenza confronto quale scegliere

Sempre più spesso leggiamo termini come Smart Home, Casa Intelligente, Home Automation, Domotica o Domotics, Rete Domestica e IoT e, comunemente, sembra che tutti questi nomi facciano riferimento al medesimo concetto di Casa Tecnologica Automatizzata, dove l’automazione viene gestita attraverso un sistema elettronico, informatico e di rete. Questo è in parte vero ma ci sono delle differenze tra Casa Intelligente e Domotica, quindi tra Smart Home e Home Automation, che vanno considerate anche in relazione alla scelta di un sistema di controllo adeguato alla propria abitazione. Andiamo a vedere il significato di questi termini e quali sono le differenze.

Che cos’è la Domotica

Il termine Domotica nasce nel Novecento e sta ad indicare lo studio e l’applicazione di tecnologie che possano migliorare la qualità della vita in casa. Obiettivo della domotica è proprio quello di trovare soluzioni efficienti per migliorare il controllo e la gestione dell’abitazione, la sicurezza, l’efficienza degli impianti e la loro manutenzione. In un’eccezione più estesa si parla di Building Automation in riferimento alle funzionalità di automazione negli edifici. Nel tempo, queste soluzioni per il miglioramento e potenziamento dell’abitabilità e funzionalità degli spazi domestici, sono diventate sempre più tecnologiche e avanzate. Un impianto domotico è un sistema integrato di tecnologie e dispositivi che vengono controllati attraverso un controller dotato di opportuni comandi che vanno dai telecomandi o interruttori alle interfacce utente di pannelli di controllo touch screen che comunicano anche con applicazioni installate su smartphone o tablet. In sostanza, il sistema domotico richiede una o più centraline di controllo che sono collegate fisicamente ai dispositivi da gestire, per cui è necessario che la casa sia cablata per tali scopi. È importante sottolineare che l’impianto prevede anche dei sensori, per cui le impostazioni di automazione non devono essere continuamente ripetute ed alcuni comandi si attivano automaticamente quando i sensori rilevano un determinato evento.  Questo significa che i dispositivi intelligenti della domotica possono lavorare insieme in base al feedback condiviso tra loro. Oggi queste centraline di controllo sono molto avanzate e si configurano come una sorta di software hub che consentono ai dispositivi ed ecosistemi collegati di comunicare fra loro. Tra i più conosciuti sistemi di automazione domestica troviamo Creston, Calaos, Savant, Elan, Control 4, Guardian, Home Assistant, Vivint, Domoticz, OpenHAB, OpenMotics. Tra questi controllers ce ne sono alcuni Open Source, per cui in alcuni casi e avendo approfondite conoscenze di elettronica e informatica, si può ricorrere alla Domotica fai da te, per esempio costruendo microcontroller con Arduino. Occorre però fare molta attenzione alla sicurezza perché nessuna rete, per quanto ben progettata, è dispensata da attacchi e intrusioni.

A che cosa serve la Domotica

Ora che abbiamo capito che cosa si intende per Domotica, possiamo vedere le applicazioni per capire meglio come funzionano gli impianti domotici. Tra le applicazioni più conosciute ed utilizzate degli impianti domotici troviamo:

  • Illuminazione interna ed esterna automatizzata
  • Termoregolazione, climatizzazione e riscaldamento
  • Videofonia e videosorveglianza
  • Sistemi di allarme
  • Controllo degli elettrodomestici
  • Irrigazione dei giardini
  • Gestione della piscina
  • Apertura e chiusura porte, portoni, finestre, tapparelle e tende
  • Diffusione audio
  • Rilevamento automatico di eventi come sovraccarichi di corrente, fughe di gas, incendi o allagamenti

Vantaggi della domotica

I vantaggi di avere una casa automatizzata sono diversi:

  • Maggiore efficienza energetica con una notevole riduzione dei consumi e degli sprechi di gas, elettricità e acqua.
  • Praticità e automatizzazione di azioni quotidiane per semplificare la vita in casa e risparmiare tempo
  • Controllo remoto delle funzioni domestiche anche quando si è fuori casa
  • Potenziamento della sicurezza domestica sia per quanto riguarda eventi interni come fughe di gas o allagamenti sia per quanto riguarda la sorveglianza dell’abitazione per proteggersi da intrusioni di sconosciuti.
  • Comfort della casa. Una casa domotica è confortevole perché utilizza la tecnologia anche per l’intrattenimento.

Che cos’è la Casa Intelligente o Smart Home

Passiamo ora a spiegare nel dettaglio che cosa significa Smart Home o Casa Intelligente. La casa domotica è chiaramente una casa intelligente ma richiede l’installazione di un impianto domotico. Oggi con il termine Smart Home si intende un sistema di dispositivi che interagiscono attraverso una connessione tra sé stessi (via Bluetooth o NFC) oppure attraverso una connessione alla rete internet via Wifi, quindi la Smart Home è innanzitutto una Casa Connessa. Nella Smart Home ogni dispositivo ha un proprio sistema e un’applicazione. Ovviamente la connessione internet è prerogativa fondamentale soprattutto quando si fa riferimento alla gestione dei dispositivi da remoto, infatti in relazione alla Smart Home, si parla di IoT ossia dell’Internet of Things, l’insieme di applicazioni che consentono di realizzare la cosiddetta “Casa Intelligente”. In una Smart Home gli oggetti intelligenti (i cosiddetti “smart objects”) possono essere controllati tramite applicazioni installate su dispositivi mobili o assistenti vocali, come Alexa, Siri, Google Assistant o altri assistenti proprietari dei vari marchi di prodotti intelligenti presenti sul mercato. Tra gli oggetti intelligenti più diffusi troviamo lampadine, smart speaker, smart TV, elettrodomestici, climatizzatori e tanto altro.

A che cosa serve la Smart Home

Una Casa Intelligente non è solo una casa dotata di uno smart speaker per ascoltare musica o controllare le previsioni meteo. Le soluzioni e applicazioni IoT per la casa intelligente sono molteplici e aumentano ogni giorno grazie anche all’uso crescente dell’Intelligenza Artificiale:

  • Monitoraggio dei consumi energetici
  • Sistemi di sicurezza, allarme e videosorveglianza
  • Smart Home Speaker
  • Controllo degli elettrodomestici
  • Salubrità dell’ambiente domestico
  • Gestione dell’illuminazione interna ed esterna
  • Climatizzazione e riscaldamento

Vantaggi della Casa Intelligente

Come per la domotica, rendere smart un’abitazione, significa renderla più efficiente, sicura e confortevole e offre diversi vantaggi:

  • Risparmio energetico e di denaro
  • Risparmio di tempo
  • Comfort
  • Gestione degli elettrodomestici anche da remoto
  • Automatizzazione di azioni quotidiane
  • Miglioramento della sicurezza
  • Controllo HVAC (acronimo di “heating, ventilation and air conditioning” ossia riscaldamento, ventilazione e aria condizionata)
  • Personalizzazione delle funzioni e creazioni di routine personalizzate

Differenza e confronto tra Smart Home e Domotica

Possiamo dire che la Smart Home è un’evoluzione della Domotica ma rispetto alla Domotica presenta dei limiti. Una casa domotica prevede un impianto cablato e un’integrazione di tutti i dispositivi. Questo significa che per avere una casa domotica è necessario intervenire sull’abitazione realizzando uno specifico sistema di cablaggio per l’istallazione di cavi BUS, controllers, sensori, cavi di rete. Questo intervento da parte di ditte specializzate ha un costo abbastanza alto a cui va ad aggiungersi il costo di tutti gli oggetti intelligenti domotici integrabili nel controllo. La Smart Home non necessita di lavori da fare sull’abitazione né di sistemi di cablaggio né di interventi sull’impianto elettrico né di sistemi centralizzati ed integrati; la Casa Smart è una soluzione wireless più alla portata di tutti ed è un’alternativa economica alla Domotica. Con la Smart Home possiamo avere più sistemi intelligenti, ognuno indipendente dall’altro. Quest’ultimo aspetto potrebbe anche rappresentare un limite rispetto alla Domotica perché bisogna fare riferimento ad un’applicazione specifica per ciascun dispositivo e non c’è un controllo centralizzato. Altro aspetto da considerare è che i dispositivi domotici possono comunicare tra loro senza l’intervento umano. Se è stata programmata un’azione in risposta ad un evento (per esempio, chiusura automatizzata di cancelli, finestre, persiane, porte o tende ad un’ora precisa), questa si ripeterà sempre senza la necessità di intervenire sul controllo.  Entrambe le soluzioni, Casa Domotica e Casa intelligente, offrono una serie di vantaggi ma prediligere uno o l’altro sistema è una scelta che occorre fare in base alle proprie necessità e al budget a disposizione.

Manu MP Ferrari

Manu MP Ferrari

Laureato in Scienze e tecnologie informatiche, appassionato di nuove tecnologie, elettronica, motori, animali, cibo e viaggi, soprattutto quelli inaspettati e improvvisati :-). Se vuoi sapere di più e leggere il mio blog personale, scrivimi a manu@migliorprodotto.info

Miglior Prodotto - Recensioni approfondimenti notizie
Logo